FORMAZIONE AZIENDA SOSTEGNO FAS

Ritratto di Anna Er Piu
La consultazione è scaduta, non è più possibile votare idee.

Punteggio: 26

Inserito da: 
Anna Er Piu

Percorso Formativo dell'Amministratore di Sostegno FAS: è  l'opportunità e la sfida per nuovi Ruoli Aziendali Pubbliche e Private, il  contesto pluralistico e multiculturale di oggi e gestire situazioni conflittuali con potenziali opportunità di crescita e di arricchimento. Perché ovviamente molti conflitti derivano da una scarsa conoscenza delle culture, delle religioni, delle leggi, diverse dalla propria: gli obiettivi primari che mi pongo sono innanzitutto un estremo interesse per le fasce deboli della società; poveri, sofferenti, donne, minori. Un attento monitoraggio degli istituti di recupero per il reinserimento umano e civile nella società per gli ex detenuti. Con grande attenzione alle Aziende pubbliche private, dove i conflitti sono sempre più presenti in una società complessa come la nostra.Nell'accezione comune il verbo dare significa consegnare un oggetto, stringere una mano, baciare una guancia ecc. nel rapporto tra un individuo “normale” ed uno “debole” significa dare tutto se stesso, donarsi completamente all'altro, sacrificare il proprio io all'amore. Il Caregiver formale e informale ( soprattutto donne)  necessitano di attenzione sociale di uguaglianza del fare e non più solo del dire.  Il donare non è solo altruismo biunivoco e non certo la logica del “Do ut des”. Oggi è co-responsabilità, co-libera  “co-umanità co-sussidiaria” La legge 28/2010. Mediazione Civile Commerciale, la stragiudiziale gestita da Organismi di Mediazione,la centralità alle dinamiche affettive e relazionali dalla persona e famiglia e all'importanza di anticipare il più possibile la costruzione di un progetto di rete tra familiari, volontariato e istituzioni che erogano "Manager del Sostegno Lavoro".  

Solo dopo la formazione FAS si acquisirà Ruolo di Manager di Sostegno Aziendale e progettare  lo Sportello Aziendale Comunale  di Mediazione&FAS,i qualificati operatori e volontari saranno in grado di offrire risposte immediate ai bisogni  dell’Assistenza Sociale Sanitaria, Volontaria Giurisdizione, Mediazione Stragiudiziale, l'Informazione sara materia di Contratti di convivenza,  la diffusione della cultura di lasciti testamentari, di collaborazione con i Comuni, le disposizione anticipata di trattamento sanitario

LO “SPORTELLO PREVENZIONE VIOLENZA SOSTEGNO ALLA MEDIAZIONE&FAS

(formazione Amministratore di Sostegno)  

  • Ascolto delle richieste di aiuto attraverso numero verde
  • Decodificare i bisogni e individuarne le possibile alternative di analisi
  • Segnalazioni e collegamenti con i servizi  e strutture Comunali, ASL , Tribunali, Organismi e risorse Comunitarie attraverso gli strumenti digitalizzazione “Amministrazione Digitale” D.lgs. 82/05 e obbligatoria al digitale per il  12/08/2016 
  • Informazioni  su servizi pubblici e privati a  carattere  sociale, socio assistenziale, socio sanitario, socio stragiudiziale che sono sul territorio ( con tempi e modi e funzioni  e ubicazioni disponibili sul territori )
  • Orientamento  sui diritti e sulle risorse sociali della legge 6/2004

Accogliere le richieste di assistenza ( domiciliari per semi residenziali, residenziali  e non residenziali) l’assistenza  avviene nella compilazione di moduli e domande

Obbiettivo finale e quello di contribuire con le specifiche formazioni e informazioni, alla diffusione e all'applicazione della legge 6/2004, rete di collaborazione tra Aziende Pubbliche Private 

Il Corso cosi strutturato FAS

Sono 400 Slide suddiviso in moduli. con 320 domante test. con elaborazione di un progetto individuale finale
Modulo 1 - Origini dell’Istituzione del sostegno - ruolo ADS; 5 ORE 
Modulo 2 - Origini e istituzioni del sostegno nei diritti e nei doveri ; 5 ORE
Modulo 3 - L’istituzione dell’Amministratore di sostegno; 5 ORE 
Modulo 4 - Le responsabilità culturali del nuovo cittadino. 5 ORE

Ore di studio sono 25,  in piattaforma informatica o dal vivo, costo del corso sara ad opera dell'ente che vorrà mettere a disposizione la piattaforma o aule. Le attività di Formazione dei moduli  sono finalizzate a semplificare il processo di informazione  nel campo della socio assistenza  e socio stragiudiziale, mediante un adeguata accoglienza e professionalità degli operatori, volontari e assistenti sociali  è la garanzia dell’offerta  di un’informazione  costante ed esauriente che sia in grado di facilitare una rete informatizzata e curata sul territorio con registrazione e un  monitoraggio costante dell’utenza , sia sul termine di qualità che quantità.

Le R.S.I.(Responsabilità Sociali d’Impresa). All'interno di questo scenario,hanno il dovere di attendere alla protezione giuridica della persona fragile, ossia il diritto ad essere rappresentata in caso di impossibilità personale legata a una non completa capacità di intendere e volere, deve essere visto come un tassello fondamentale. In particolare la figura della legge n° 6 del gennaio 2004 riforma il Codice Civile e trasforma il vecchio capitolo sulla “Tutela delle persone incapaci” nominandolo “Misure di protezione per le persone prive in tutto o in parte di autonomia. La nascita degli Organismi Provinciali di Mediazione Civile Commerciale non sono altro che un servizio sociale stragiudiziale, un Welfare Sussidiario Condiviso tra Istituzioni e cittadini con monoreddito,diretti ai nuclei famigliari-azienda,la missione della “Co-Mediazione,sguardo essenziale per saper-essere il giardino della cultura,per saper-fare un mondo di pace”l'AdS aziendale e la figura amica per il lavoratore e famiglia del soggetto portatore di disaggio. Il conflitto, tramite la capacità di “so-stare” nel conflitto che diviene il luogo della relazione nel rispetto dell’esistenza e dell’educazione che si sono sviluppate nel saper essere, saper fare. La legge 28/2010. Mediazione Civile Commerciale, la stragiudiziale gestita da Organismi di Mediazione,la centralità alle dinamiche affettive e relazionali dalla persona e famiglia e all'importanza di anticipare il più possibile la costruzione di un progetto di rete tra familiari, volontariato e istituzioni che erogano "Manager del Sostegno Lavoro".  

La legge Cirinna, la Riforma del Terzo Settore,  la legge del Dopo di Noi,necessita di consapevolezza ma sopratutto di Formazione, su nuove opportunità di diritti lavorativo con personale preparato all'assistenza sostegno aziendale. Formazione Amministratore di Sostegno , supporto sul lavoro pedagogico, educativo, sociale, giuridico per porre come primo punto il rispetto della persona, della cultura, della vita nelle fragilità lievi, il “Dopo di Noi “, è la legge che assicura ai genitori una continuità di rispetto umano e di uguaglianza verso le persone semplici, fragili. Le nuove frontiere dei diritti sociali e della PA, guarda al terzo millennio dalla parte del cittadino. Sensibilizzare le Aziende alla formazione dell'AdS, significa saper dare risposte concrete alle famiglie alle aziende alla comunita civile sociale. 

per informazioni 

annafraioli9@gmail.com  https://www.facebook.com/fraioli.anna  

https://www.facebook.com/profile.php?id=414110125447170&ref=ts&fref=ts

https://www.facebook.com/profile.php?id=1427604680829903&ref=ts&fref=ts

https://www.facebook.com/notaiomassimodambrosiopescara/?fref=ts# 

https://www.personaedanno.it/attachments/article/50981/cap.%2028%202.doc 

 

 

Ultima modifica: 
Venerdì, 7 Aprile, 2017 - 12:30
Voti
22
Non mi piace
4
Viste
1122
Commenti
7