Contributo Agenda Digitale di Genere Roma - A. Quattrone

La consultazione è scaduta, non è più possibile votare idee.

Punteggio: 6

Inserito da: 
Agata Quattrone

1. Sarebbe opportuno specificare le caratteristiche della situazione iniziale di partenza (AsIs) rispetto all’accesso al digitale da parte delle donne, mediante un assessment dei dati disponibili riguardo il livello di alfabetizzazione digitale, di formazione e competenze, del grado di utilizzo di internet, device, wifi pubblico, servizi online ecc.

2. Con riferimento ad ogni OS, si suggerisce di declinare gli “indicatori di realizzazione” in ottica di genere (ad es. Numero di donne iscritte al Forum; Numero proposte in ottica di genere sottoposte a processo partecipativo; Numero donne che usufruiscono di Punti Roma Facile; % donne su totale coinvolti nei processi di digitalizzazione; % donne che accedono a servizi online tramite SPID; % donne su totale personale con badge intelligente/SPID; % accessi donne su totale a hotspot wifi ecc.) - Analogo approccio potrebbe essere applicato agli “indicatori di impatto/risultato” (Tabella - Capitolo 9).

3. Per dare continuità alla raccolta di informazioni circa il grado di utilizzo e accesso al digitale da parte delle donne, gli indicatori misurabili dovrebbero essere alimentati da dati ottenuti in maniera sistematica attraverso i servizi online (già introducendo nei processi dematerializzati / servizi online “campi” ad hoc per la raccolta dati in ottica di genere). Questo consentirebbe di alimentare con costanza e tenere aggiornato l’assessment. Nonché di poter prevedere cruscotti informativi di sintesi per fornire uno strumento immediato di analisi agli amministratori che li supporti nelle scelte di pianificazione (sfruttando ad es. Big Data Anlytics e Info Data Visualization).

Ultima modifica: 
Giovedì, 6 Aprile, 2017 - 12:38
Voti
1
Non mi piace
5
Viste
235
Commenti
0