Agenda Digitale di genere di Roma Capitale

  • Come partecipare

    Per proporre un'idea, clicca su Invia una nuova idea dopo esserti autenticato.

    Ti suggeriamo di scegliere un titolo significativo per la tua idea, indicare a quale categoria tematica si riferisce e aggiungere ulteriori tag utili a descriverla agli altri.

    Prima di pubblicare la tua idea, leggi i contributi già pubblicati: se qualcuno ha già proposto un’idea vicina al tuo pensiero è più costruttivo votarla o commentarla piuttosto che inserire un suo duplicato.

  • Regolamento e Termini di utilizzo

    L'ideario per l’Agenda Digitale di genere di Roma Capitale è uno strumento a disposizione di chiunque voglia proporre, commentare, condividere e valutare idee relative a questo intervento. Esso nasce per favorire l'interazione tra Amministrazione e cittadini, secondo le finalità proprie dell’Open Government e quindi della democrazia partecipata.

 

Benvenuta/o nell’ideario promosso dall’Assessorato Roma Semplice per accogliere idee e proposte utili per la declinazione in un’ottica di genere dell’Agenda Digitale di Roma Capitale, approvata dalla Giunta Capitolina con la delibera n. 20 del 24 febbraio 2017.

L’Agenda Digitale di Roma Capitale costituisce il riferimento per la trasformazione digitale della macchina amministrativa e dei servizi da questa erogati.

Perché vogliamo declinarla in un’ottica di genere?

  • per rendere conto del punto di vista femminile nella definizione dei servizi digitali da erogare da parte dell’Amministrazione
  • per combattere gli stereotipi di genere legati al settore tecnologico
  • per definire indicatori adeguati alla generazione di valore per le donne
  • per individuare best practice, bisogni e obiettivi che riflettano una generazione del valore al femminile.

In questo spazio potrai scrivere idee, votare o aggiungere commenti alle idee esistenti.

L’ideario è parte di un percorso partecipato che l’Assessorato Roma Semplice ha intrapreso a partire dall’approvazione dell’Agenda Digitale di Roma Capitale

La consultazione è chiusa e non è più possibile inserire idee.

Idee inviate

Punteggio: 0

vale_an

Includere nell'agenda digitale di genere degli indicatori ad hoc per la valutazione di genere.

Punteggio: 1

Susanna Lombardi

Istituire  tramite Agenda Digitale  un "indirizzario" che  permetta alle donne di trovare soluzioni a precise problematiche (come per es. dal lavoro alla salute, dal sostegno contro la violenza,ed  all’integrazione)....

Punteggio: 3

dcorallo

Creare un museo ricco di percorsi didattici che facciano conoscere alle nuove generazioni il ruolo delle donne nella storia.

Punteggio: 8

Agata Quattrone

Per coordinare le attività di promozione e diffusione del digitale nella Capitale sarebbe utile istituire un Innovation Manager di Area (ad es.

Punteggio: 6

Agata Quattrone

Si suggerisce di prevedere dei seminari per la guida all’uso degli Open Data del Comune destinati alle donne (startupper, ricercatrici, interessate al mapping ecc.) per favorire conoscenza e consapevolezza e promuovere la partecipazione all'attività di realizzazione di servizi di

Punteggio: 7

Agata Quattrone

Per la diffusione delle competenze digitali fra le donne sarebbe opportuno organizzare (anche presso i Punti Roma Facile) dei percorsi formativi destinati a differenti target (bambine delle scuole primarie; studentesse universitarie, giovani imprenditrici, personale del Comune, over55) in materia

Punteggio: 6

Agata Quattrone

Per facilitare l’accesso a servizi online dedicati alle donne (ad es. SOS donna h24, Antiviolenza, APPia, baratto del tempo, asili nido, ecc.) potrebbe prevedersi una sezione dedicata nel Portale web Istituzionale;

Punteggio: 8

Nicoletta Staccioli

Con il disegno di legge sulle "misure a tutela del lavoro agile" o smart working, si prospetta una diversificazione delle modalità di lavoro, sia per accrescere la produttività che per migliorare le condizioni per la conciliazione vita-lavoro. 

Punteggio: 13

Ritratto di Monica Maggi
Monica Maggi

Si chiama EDUCAZIONE INTERGENERAZIONALE e attinge da due elementi importanti nella vita di ogni individuo: la velocità di apprendimento del bambino e la quantità immensa (e spesso non utilizzata) di informazioni dell'anziano.

Tempo rimasto

La consultazione è conclusa.
31 Idee
Utenti
21
Voti
283
Commenti
42